Skip to Menu Skip to Content Skip to Footer

IN RILIEVO

Il primo vino DOC d'Italia: La Vernaccia di San Gimignano
Venezia, mercoledì 16/11/2016 ore 20:30 - per iscriverti clicca qui

Il primo vino DOC d'Italia: La Vernaccia di San Gimignano

Carissimi,

ONAV Venezia organizza una serata di degustazione il 16/11/2016 alle ore 20,30 presso il CentroScalzi, Cannaregio 54 – VENEZIA, con protagonista un grande vino bianco: la Vernaccia di San Gimignano.

Nel 1966 è il primo vino italiano ad ottenere la Denominazione di Origine Controllata. Nel 1972 la creazione del Consorzio della Vernaccia, poi Consorzio della Denominazione San Gimignano, genera nuovo slancio alla produzione che cresce progressivamente in quantità e qualità ottenendo nel 1993 la DOCG, il massimo riconoscimento della legislazione italiana vigente. 

Nessun vino italiano può vantare una storia lunga secoli come la Vernaccia di San Gimignano. 

Alla fine del Duecento appare in Europa sulle mense dei Re, dei Papi, dei ricchi mercanti. E’ un vino bianco, il colore della regalità: «coppe, nappi, bacini d’oro e d’argento/Vin greco di riviera e di vernaccia» recita il poeta sangimignanese Folgore all’inizio del Trecento. Con ogni probabilità il nome Vernaccia deriva da Vernazza, luogo d’imbarco della produzione ligure. E proprio la Vernaccia è il vino più ricercato e prezioso.

In degustazione 6 vini tra i quali delle assolute eccellenze, pluripremiate ai concorsi internazionali e nazionali. Un viaggio alla scoperta di questo grandissimo vino e della sua evoluzione nel tempo.

Sarà presente alla serata la rappresentante del Consorzio della Denominazione San Gimignano.

La location scelta per l'evento custodisce il lavoro del Consorzio Vini Venezia ed è il completamento di un grande progetto: far rivivere le viti della Serenissima. I vitigni stati creati utilizzando alcune varietà presenti da centinaia di anni all'interno della laguna di Venezia, mappate e riprodotte, a partire dal 2010, grazie al supporto del professor Attilio Scienza, in collaborazione con un gruppo di tecnici dell’Università di Padova e Milano, il Centro di Ricerche per la Viticoltura di Conegliano e l’Università di Berlino. Un lavoro che ha interessato esemplari presenti non solo a Venezia ma anche nelle altre isole della Laguna. Sono stati ottenuti 25 profili molecolari, 22 dei quali corrispondono a varietà già identificate. In particolare, si tratta di 20 varietà di Vitis vinifera L., 14 uva da vino e 6 uva da tavola, e di 2 ibridi interspecifici molto noti, il Baconoir e il Villardblanc. Il risultato è una banca genetica "en plein air" che conserva il patrimonio storico e culturale della viticoltura della città dei Dogi in uno dei più importanti luoghi di Venezia.

______________________________________________________________________________________________________

VINI IN DEGUSTAZIONE

- Vernaccia di San Gimignano DOCG il Lebbio 2015
- Vernaccia di San Gimignano DOCG la Lastra 2015
- Vernaccia di San Gimignano DOCG “Campo della Pieve” il Colombaio Santa Chiara 2014
- Vernaccia di San Gimignano DOCG “Vigna Santa Margherita” Panizzi 2014
- Vernaccia di San Gimignano DOCG riserva “i Mocali” Vagnoni 2013
- Vernaccia di San Gimignano DOCG riserva “ Mareterra” Casa Lucii 2013

______________________________________________________________________________________________________

La serata è aperta a tutti e per i Soci ONAV è previsto un contributo di € 13,00, per i non Soci di € 18,00. Il numero di partecipanti è fissato in un massimo di 50. Nella prenotazione dei posti hanno la priorità i soci ONAV.

______________________________________________________________________________________________________

Per raggiungere la location dell'evento:

Da Venezia-Piazzale Roma dirigersi a piedi verso la Stazione e subito dopo voltare a sx in Calle Carmelitani al civico 54.

 

Centro Scalzi Venezia
Cannaregio 54, 30121 Venezia Venezia


Visualizza la mappa
Il contributo di partecipazione è fissato in €13,00 per i soci, €18,00 per i non soci.
L’evento è aperto a tutti.
Il numero di partecipanti è fissato in un minimo di 20 e un massimo di 50.
Si ricorda a tutti di portare la valigetta con i bicchieri da degustazione. Solo per i NON SOCI è prevista la dotazione di n. 2 calici da degustazione.
 
Le iscrizione all'evento sono chiuse.
 
CopyrightWebmaster contatti-off informazioni-legali-off Dati per fatturazioneAdempimenti