Skip to Menu Skip to Content Skip to Footer

IN RILIEVO

Dall'Armenia al Veneto
Spresiano, venerdì 12/10/2018 ore 20:30 - per iscriverti clicca qui

Dall'Armenia al Veneto

Nel 2007 l’archeologo armeno Boris Gasparyan fa una straordinaria scoperta: nella remota regione montagnosa di Vayots Dzor in Armenia meridionale, in una grotta nascosta nei canyon conosciuta come “la grotta degli uccelli” la sua squadra scopre la più antica cantina del mondo, attrezzata con utensili di vinificazione risalenti a oltre 6100 anni fa.

La zona di Vayotz Dzor rimane una delle più emblematiche per la viticoltura armena tutt’oggi. I vigneti sono situati a circa 1200-1400 metri, in una regione priva di fillossera che ha quindi preservato un patrimonio di antichi vitigni autoctoni risalenti a tempi immemorabili. Vayotz Dzor é la patria dell’ Areni, vitigno a bacca rossa considerato come il più pregiato e importante del Paese.

Tra Armenia e Veneto vi sono antichi rapporti di amicizia e collaborazione culturale ed economica che hanno spinto la Provincia di Treviso a lanciare nel 2010 un Progetto pluriennale di Cooperazione Internazionale allo Sviluppo denominato "Treviso for Armenia", per cercare di contribuire con corsi di formazione, trasferimenti di know-how e scambi di esperienze alla rivitalizzazione e ammodernamento della antichissima tradizione della vitivinicoltura armena. Con questo progetto si sono anche gettate le basi per l'attuazione di una iniziativa di lungo periodo, ideata e sostenuta dalla Confraternita del Raboso Piave e cioè una coltivazione sperimentale congiunta Italo-Armena, dal suggestivo nome " Viti di Noè dall'Ararat al Piave", che prevedeva la coltivazione di vitigni ancestrali armeni "Areni" nel Comune di Vazzola e di "Raboso Piave" in Armenia.

Attuata sotto la supervisione dell'Istituto di Ricerca CREA-VIT di Conegliano per la parte italiana e dello Scientific Center for Enology, Fruit Growing and Winemaking di Merdzavan per la parte armena, con la collaborazione della Scuola Enologica G.B.Cerletti di Conegliano e della Confraternita del Raboso Piave, questa coltivazione localizzata a Vazzola (Treviso) ha dato i primi frutti nel 2016 con un vino Areni imbottigliato dalla Scuola Enologica.

La serata prevede l’assaggio di vini armeni da vitigni autoctoni, a partire da un bianco da uve Voskehat e Garandmakper proseguire con il rosso Areni di diverse annate e affinato in modi differenti (anfora e barriques di legno). Inoltre degusteremo l’Areni realizzato con le uve provenienti dal vigneto sperimentale di Vazzola.

Ad accompagnarci in questo affascinante viaggio virtuale ci saranno Enrico Dal Bianco, viaggiatore enòico e blogger (Winealogue.com) che insieme all'amico e fotografo Luca Rossetti ha attraversato in lungo e in largo i vigneti armeni innamorandosi dell’Armenia a prima vista, nonché il prof. Pietro Mascarin, ex-docente della Scuola Enologica di Conegliano e coordinatore del progetto "Treviso per l’Armenia" per la Scuola Enologica stessa.

L’evento è aperto a tutti.
Prenotazione obbligatoria entro venerdì 05 Ottobre 2018 cliccando il tasto “ISCRIZIONI ALL’EVENTO” oppure via mail a treviso@onav.it

Quota di partecipazione:

€ 23 Soci ONAV – € 30 non Soci ONAV per pagamento anticipato con bonifico bancario oppure con rimessa diretta al Tesoriere o ad altro membro del direttivo.

In alternativa

€ 25 Soci ONAV – € 32 non Soci ONAV per pagamento con rimessa diretta all’ingresso dell’evento

Le adesioni verranno raccolte in ordine cronologico, fino ad esaurimento dei posti disponibili, con priorità a chi effettua il pagamento anticipato.

Eventuale disdetta deve essere tassativamente comunicata entro mercoledì 10 Ottobre, data oltre la quale non sarà restituito l’importo eventualmente versato.

Ai non soci è richiesto di comunicare l'indirizzo completo e codice fiscale per emissione fattura

Bonifico bancario da effettuarsi alla
Unicredit S.p.a filiale di Montebelluna
IBAN IT95M0200861823000104679637 BIC UNCRITMM
Beneficiario: Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino - delegazione di Treviso
Causale: serata Armenia + nome cognome + N° soci + N° non Soci

Hotel Spresiano
Via Tiepolo 10 Spresiano
http://www.hotelspresiano.it/

Visualizza la mappa
Il contributo di partecipazione è fissato in €23,00 per i soci, €30,00 per i non soci.
L’evento è aperto a tutti.
Il numero di partecipanti è fissato in un minimo di 20 e un massimo di 30.
Se sei socio ONAV, per cortesia ricordati di portare i bicchieri
 
Le iscrizione all'evento sono chiuse.
 
CopyrightWebmaster contatti-off informazioni-legali-off Dati per fatturazioneAdempimenti