Skip to Menu Skip to Content Skip to Footer

IN RILIEVO

I VINI DEL VULCANO: L'ETNA SECONDO COTTANERA
GENOVA, mercoledì 17/10/2018 ore 20:45 - per iscriverti clicca qui

I VINI DEL VULCANO: L'ETNA SECONDO COTTANERA

Cari Soci e Amici,

per questa degustazione abbiamo deciso di portarvi idealmente alle pendici del vulcano dove la vite si coltiva in condizioni difficili e comunque anomale rispetto a tutto il resto della Sicilia.

ETNA stata la prima Doc siciliana ad essere riconosciuta ed una delle più antiche d’Italia [agosto 1968]; molti definiscono la zona etnea “un’isola nell’isola” per le sue peculiarità pedoclimatiche, diverse da tutto il resto della regione siciliana, la variabilità climatica e dei suoli, che disegnano innumerevoli ambienti diversi per caratteristiche e condizioni, sempre comunque favorevoli alle produzioni vitivinicole.

La zona geografica delimitata comprende parte dei territori di 20 comuni della provincia di Catania e ha la forma di un semicerchio attorno al vulcano, aperto sul versante occidentale. La viticoltura insiste per l’80% su suoli di origine vulcanica e, per il restante 20%, su suoli alluvionali e occupa territori che hanno una altimetria compresa tra i 300 ed i 900 m. slm, con punte sino ai 1.100 m. Il disciplinare prevede la produzione di Etna bianco; Etna bianco superiore (solo a Milo); Etna rosso; Etna rosso riserva; Etna rosato; Etna spumante. La Doc, per ogni comune, prevede la possibilità di indicare le Contrade come menzioni geografiche aggiuntiva.
Il vino dell’Etna si produce maggiormente tra i 300 e i 900 metri, ma in alcune zone particolarmente vocate si arrampicano fino ai 1.100 metri di altitudine. 

I vitigni autoctoni utilizzati sono: a bacca rossa il Nerello Mascalese ed il Nerello Cappuccio, mentre a bacca bianca il Caricante, il Cataratto ed il Minnella.

L'azienda COTTANERA, fra le più rinomate e dinamiche aziende della zona, si trova a Castiglione di Sicilia, sul versante nord del vulcano, a un altitudine di 700m dove possiede circa 65 ettari di vigna in corpo unico.

Nata come noccioleto degli anni '60 la famiglia Cambria decide di riconvertirsi alla cultura della vite attorno alla metà degli anni '70 iniziando a produrre vini per il consumo sfuso.

E' negli anni '90 che avviene la svolta con un totale riammodernamento degli impianti vitati che, oltre alle varietà autoctone dell'Etna, prevedevano nuovi impianti di varietà internazionali che ben si sono adattate a questo splendido terroir.

Accompagnati dalla presenza in sala di Emanuele Cambria (titolare dell'azienda) e Donatella Burello (direttrice) andremo quindi a degustare i seguenti vini:

- SICILIA BIANCO DOC 2017 "Barbazzale" (Catarratto/Viogner)

- ETNA ROSATO DOC 2017 (Nerello Mascalese)

- ETNA BIANCO DOC 2016 "Calderara" (Carricante)

- ETNA ROSSO DOC 2017 "Diciassettesalme" (Nerello Mascalese)

- ETNA ROSSO DOC 2014 "Feudo di Mezzo" (Nerello Mascalese)

- SICILIA ROSSO DOC 2015 "L'Ardenza" (Mondeuse)

- SICILIA CABERNET DOC 2012 "Nume" (Cabernet Sauvignon/Cabernet Franc)

Si rammenta che i posti disponibili sono limitati e che non si accettano disdette entro le 24 ore dalla data dell'evento.

 

 

 

AC Hotel
Corso Europa, 1075 GENOVA
http://www.marriott.com/hotels/travel/goage-ac-hotel-genova/

Visualizza la mappa
Il contributo di partecipazione è fissato in €20,00 per i soci, €35,00 per i non soci.
L’evento è aperto a tutti.
Il numero di partecipanti è fissato in un minimo di 30 e un massimo di 55.
Se sei socio ONAV, per cortesia ricordati di portare i bicchieri. I soci senza bicchieri potranno noleggiarne 3 al prezzo si 5€. Ai non soci verranno, se richiesti, dati 6 bicchieri compresi nella quota di partecipazione.
 
Le iscrizione all'evento sono chiuse.
 
CopyrightWebmaster contatti-off informazioni-legali-off Dati per fatturazioneAdempimenti