L’Italia del Pinot Nero: vitigno o terroir?

18 febbraio 2019
Ore 21:00
Pavia - Circolo A. Grassi

Dettagli Evento

Abbiamo chiuso il 2018 assaggiando alcuni ottimi cru di Borgogna, dove il vino prende il nome della parcella in cui è coltivata la vite.
Quel che conta per loro è il territorio, ed il Pinot Nero è uno strumento, un veicolo espressivo.

Con la prima serata del 2019 torniamo ad assaggiare i vini di casa nostra.
In Italia produciamo Pinot Nero varietale, esaltando il vitigno?
Oppure riteniamo più importante il territorio?

Andremo a cercare l’identità del Pinot Nero italiano assaggiando alla cieca 7 campioni, da nord a sud della penisola:

• Alto Adige – Elena Walch (Caldaro - BZ)
Ludwig - 2016
• Veneto – Az. Agr. Guarnieri Enzo (Belluno)
Pinot Nero - 2017
• Lombardia – Conte Vistarino (Rocca de’ Giorgi - PV)
Bertone - 2015
• Piemonte – Colombo Antonio e Figli (Bubbio - AT)
Apertura - 2015
• Toscana – Podere della Civettaja (Pratovecchio Stia - AR)
Pinot Nero - 2016
• Umbria – La Madeleine (Narni - TR)
Pinot Nero - 2015
• Sicilia – Az. Agr. Emanuele Scammacca del Murgo (Santa Venerina – CT)
Pinot Nero “Tenuta San Michele” - 2016

Il numero di partecipanti è fissato in un minimo di 20 e un massimo di 35.
I non soci potranno partecipare sottoscrivendo la tessera "Amico Onav" durante la serata.
Circolo A. Grassi
via Angelo Amati 10 Pavia